I Dipartimenti disciplinari sono organismi collegiali che possono essere considerati delle articolazioni funzionali del Collegio dei Docenti e sono formati dai docenti che appartengono alla stessa disciplina o area disciplinare. L’organizzazione e l’articolazione dei Dipartimenti disciplinari cambia a seconda dell’ordine e grado di istruzione e può essere stabilità in piena autonomia dalle singole istituzioni scolastiche, in sintonia con le Indicazioni Nazionali  stabilite dal MIUR per i diversi ordini e gradi d’istruzione. I docenti, all’interno dei Dipartimenti disciplinari, hanno il compito di prendere decisioni comuni sulla didattica della disciplina o dell’area disciplinare stabilendo anche eventuali collegamenti e attività interdisciplinari. I Dipartimenti hanno, quindi, l’importante funzione di supporto alla didattica e alla progettazione e hanno il compito di favorire un maggiore raccordo tra i vari ambiti disciplinari e facilitare la  realizzazione di una  programmazione basata sulla didattica per competenze, con la finalità di attuare la valutazione degli apprendimenti in termini di conoscenze, abilità e competenze.  Essi costituiscono, quindi, un efficace modello organizzativo per favorire un maggiore raccordo tra i vari ambiti disciplinari e per realizzare interventi sistematici in relazione alla didattica per competenze, all’orientamento e alla valutazione degli apprendimenti in termini di conoscenze (sapere) e capacità/abilità (saper fare), secondo le direttive del Trattato di Lisbona  (sottoscritto dai capi di governo dei 27 Paesi dell’Unione il 13 dicembre 2007).  L'istituzione del Dipartimento fu prevista dal D.L.vo n.297/1994 Testo unico, che all'art. 7 recitava: "Il collegio dei docenti si articola in dipartimenti disciplinari e interdisciplinari e in organi di programmazione didattico-educativa e di valutazione degli alunni".

In sede di Dipartimento disciplinare, i docenti sono chiamati a 

  • concordare scelte comuni inerenti la programmazione didattico-disciplinare,
  • stabilire  gli standard minimi di apprendimento, declinati in termini di conoscenze, abilità e competenze, 
  • definire i contenuti imprescindibili delle discipline, coerentemente con le Indicazioni Nazionali 
  • individuare le linee comuni dei piani di lavoro individuali.

Sempre in sede di Dipartimento i docenti possono, eventualmente,  programmare le attività di formazione e di aggiornamento in servizio, comunicare ai colleghi le iniziative che vengono proposte dagli enti esterni e associazioni e programmare le attività extracurricolari e le varie uscite didattiche funzionali all’area disciplinare interessata.

AREA DISCIPLINARE CLASSI DI CONCORSO COORDINATORE
DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI A045 Audino Giuseppe
DISCI'PLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE A046 Pezzulo Antonio
FISICA, OTTICA E LABORATORI A020 – B003 – B007 Campisi Francesco
INFORMATICA, TECNOL.COMUNICAZ. e LABORATORIO A041 – A066 – B016 Laurella Laura
RELIGIONE CATTOLICA IRC Savalli Giancarlo
LETTERE ITALIANE, GEOGRAFIA, STORIA DELL'ARTE A012 – A021 -A054 Genovese Giuseppe
LINGUE STRANIERE AA24 – AB24 – AC24 – AD24 Strazzanti Alessandra
MATEMATICA A026 – A047 Bartolomei Claudia
PSICOLOGIA/SCIENZE UMANE, METOD.OPER, DISEGNO
A018 –A018 –B023 - A010  Nasi Ruben
SCIENZE MOTORIE A048  Tinetti Matteo
SCIENZE/DISCIPLINE SANITARIE/IGIENE/CHIMICA e LABORATORI A015 – A034 - A050 –A015 – A034 - A050 –B012 – B017  Benvenuti Riccardo
SOSTEGNO AD01  Trivisano Antonella
STA/TTRG/PCI/GCS/ESTIMO/TOPOGRAFIA e LABORATORIO COSTRUZIONI A037 – A051 – B014  Campo Roberto